Roma barocca OK

Il ROMABAROCCA ENSEMBLE è stato fondato nel 1994 dal musicologo Lorenzo Tozzi per la riscoperta del vasto repertorio musicale italiano centro-meridionale e soprattutto romano del Sei-Settecento in esecuzione filologica. Ha in repertorio, con strumenti originali o copie, musiche inedite e rare, strumentali e vocali, sacre e profane, del barocco italiano, oratori, cantate, melodrammi ed intermezzi comici anche in forma scenica. Attualmente il Roma Barocca Ensemble è sotto il patrocinio amministrativo dell’Associazione RomaBarocca

Tournées all’estero

Bielorussia (Filarmonica di Minsk), Mongolia (Grande Teatro dell’ Opera di Ulaan Baator), Cina (Istituto Italiano di cultura di Pechino), Corea del Nord (Pyong Yang – Festival dell’Amicizia), Russia (Conservatorio di Astrakan), Zambia (Università Evelyn Hone, Chiesa di S. Ignazio a Lusaka e a Livingstone), Siria (Damasco), Finlandia (Turku), Repubblica di San Marino, Polonia (Cracovia).

  1. OPERE COMPLETE IN REPERTORIO

    E. de’ Cavalieri: Rappresentazione di Anima e di Corpo (Roma, 1600)

    A. Agazzari: Eumelio (Roma,1606) favola boschereccia

    G. Cornacchioli: La Diana Schernita (Roma,1629) favola boschereccia

    A. Scarlatti: Il Pastor di Corinto (Napoli 1701) favola pastorale

    A. Scarlatti: Giuditta (Roma 1710) oratorio versione di Cambridge

    F. Gasparini. L’Avaro (Venezia 1720)  intermezzo

    J. A. Hasse: Antonio e Cleopatra ( Napoli, 1725) serenata a due voci

    L. Leo: Decebalo (Napoli 1743) festa teatrale

    Serata Farinelli (Carlo Broschi)  La voce regina

    Serata Rainaldi architetto e musico del popolo romano (1611-1691)

    G.B. Pergolesi: La Serva padrona (Napoli 1734)

    Haendel: Il Trionfo del Tempo e del Disinganno (Roma 1707)

    P.Quagliati: La Sfera armoniosa (Roma 1622)

    D.Scarlatti: Amor d’un’ombra e gelosia d’un’aura (Roma 1714)

    F.Caccini: La liberazione di Ruggiero dall’isola di Alcina (Firenze 1625)

  2. Collaborazioni

    CANTO: Cristiana Arcari, Susanne Bungaard, Cristina Cappellini, Anna Carbonera, Anna De Martini, Roberta De Nicola, Cecilia Gasdia, Alla Gof , Ruxandra Ibric Cioranu, Cristina Iannicola, Giovanna Manci, Caterina Novak, Ethel Onnis, Rosita Frisani, Céline Ricci, Paola Ronchetti, Elisabetta Scatarzi, Iulia Surdu, Laura Tatulescu, Bruna Tredicine, Lucilla Tumino, Matelda Viola (soprani), Daniela Del Monaco, Maura Riacci, Rosanna Rossoni (contralti), Massimo Crispi , Giampaolo Fagotto, Carlo Putelli, Roberto Staccioli, Cesary Stoch (tenori), Mario Bassani (controtenore), Angelo Bonazzoli, Angelo Manzotti, Adrian Popescu (sopranisti), Furio Zanasi (baritono), Emanuele Di Muro, Massimo Di Stefano,  Sorin Dumitrescu, Carlo Lepore, Massimo Rossetti (bassi)

    CORO: Polifonici Senesi (dir. Antonio Morelli), Coro Lirico Sinfonico Romano (dir. Stefano Cucci)

    ATTORI: Oreste Baldini, Ernesto Lama, Walter Maestosi, Cristina Venturini, Giacomo Zumpano, Annalisa Favetti

    REGIA: Vera Bertinetti, Ugo Gregoretti, Tito Schipa jr.

    REGIA TELEVISIVA : Enrico Castiglione

    COREOGRAFIA: Gloria Giordano, Cristina Esposito (danze storiche), Aurelio Gatti (contemporaneo) DANZATORI: Carlo Caloro, Maria Cristina Esposito, Letizia Dradi.

REGISTRAZIONI

DVD

Emilio de’ Cavalieri: Rappresentazione di Anima e di corpo (Pan Dream)

Alessandro Scarlatti: Il Pastor di Corinto  (Bongiovanni) prima registrazione moderna

Haendel. Il Trionfo del Tempo e del Disinganno (De Agostini)  

CD

Carlo Rainaldi: Cantate ( 2 CD Tactus) in prima registrazione moderna

Leonardo Leo: Decebalo ( Bongiovanni) prima registrazione moderna

Paolo Quagliati: La sfera armoniosa (Bongiovanni) prima  registrazione moderna     

Domenico Scarlatti: Amor d’un’ombra e gelosia d’un’aura (Bongiovanni)   prima registrazione moderna

Francesca Caccini : La liberazione di Ruggiero dall’isola di Alcina (Bongiovanni)

In repertorio figurano musiche di Agazzari, Albinoni, Allegri, Ariosti, Badia, Buonamente, Caldara, Carissimi, Cavalieri, Cazzati, Colombi, Corelli, Cornacchioli , Frescobaldi, Fontana, Gabrielli, Gasparini, Geminiani, Grossi, Haendel, Hasse, Jommelli , Landi, Latilla, Legrenzi, Leo, B. Marcello, Marini, Mascitti, Mazzocchi, Melani, Merula, Monteverdi, Pergolesi, Platti, Porpora, Quagliati, Rainaldi, Riccio, Luigi Rossi, Ruggieri, Rutini,  Sammartini, Alessandro e Domenico Scarlatti, Simonelli, Stradella, Tartini, Tessarini, Torelli, Uccellini, Valentini , Vinci, Vivaldi, ed inoltre di Brade, Dowland, Haendel, Rivander, Schutz, Susato e Telemann .

Storia & Eventi

2017

2017 Tournée di ARIA a Cracovia (Polonia) 23 e 24 febbraio per Festival Materia Prima

e Teatro Comunale di Piacenza (26 febbraio)

2 aprile Concerto dell’ensemble in quartetto all’Aquila per la Società di concerti B.Barattelli con Alessandra Borin (soprano) e Domenico Agostini (tromba naturale)

12-14 giugno Tournée di ARIA in Russia (Voronez) per Platonov Festival

e 23-24 giugno Napoli Estate

22 luglio Concerto in quartetto ad Alba Fucens

2016

Il 2016 è un anno particolarmente intenso di soddisfazioni: a giugno per l’Accademia dell’Arcadia in occasione del terzo centenario della morte della Regina Maria Casimira Sobieska (1716) il RBE esegue nel salone vanvitelliano della Biblioteca Angelica l’opera Amor d’un’ombra e gelosia d’un’aura (Eco e Narciso) di Domenico Scarlatti col patrocinio dell’Ambasciata di Polonia e del Museo Castello di Wilanow (Varsavia). Ad ottobre partecipa con la compagnia No Gravity allo spettacolo ARIA, Arie barocche nell’aria, di Emiliano Pellisari che inaugura la stagione della Accademia Filarmonica Romana e rimane in scena per 10 giorni al Teatro Olimpico di Roma con grande consenso di critica e di pubblico (seguirà a febbraio tournée a Cracovia, e nel 2017 in Cina e Sudamerica). A novembre presenta in forma di concerto e registra all’ Oratorio del Gonfalone La liberazione di Ruggiero dall’isola di Alcina (Firenze 1625) di Francesca Caccini per i 500 anni dalla prima edizione dell’Orlando furioso (1516) di Ariosto.

2014 - 2015

La Sfera armoniosa viene eseguita e registrata dalla Bongiovanni a Chioggia, città natale di Quagliati, alla fine di un convegno di studi organizzato dal Comune ed ospitata il 5 febbraio 2015 nella stagione concertistica dell’Oratorio del Gonfalone a Roma. In tale occasione ( il 14 gennaio 2014) per il ventennale del Romabarocca Ensemble il Presidente  della Repubblica Italiana Giorgio Napolitano ha conferito una Medaglia commemorativa come premio di rappresentanza. La Presidenza del Consiglio dei Ministri ha inviato felicitazioni ed auguri. La Sfera armoniosa viene replicata in un esclusivo concerto evento nel Casino dell’Aurora affrescato da Guercino e Caravaggio alla presenza dei principi Niccolò e Rita Ludovisi e di illustri ospiti.

Per Museicalmente presenta a Palazzo Braschi al debutto romano il grande soprano italo americano Céline Ricci  in un programma barocco belcantistico per tromba  e canto.

2013

Nel 2013, in collaborazione con la Camerata del Titano di San Marino e con i corsi di perfezionamento di Marinella Pennicchi, esegue in prima ripresa moderna La sfera armoniosa (1623) di Paolo Quagliati, cantata nuziale per il matrimonio (Roma 1622) di Niccolò Ludovisi, nipote di Papa Gregorio XV, con Isabella Gesualdo, ultima erede di Carlo Gesualdo principe di Venosa. Il concerto è tenuto a San Marino e nella chiesa di S. Luca e Martina a Roma per l’Accademia di San Luca col patrocinio del Principe Boncompagni Ludovisi.

2009

Per il Natale di Roma 2009, organizzato dal Comune, a Castel S. Angelo esegue Sonate e Cantate dedicate al Tevere.

Nel 2009 esegue Il Trionfo del Tempo e del Disinganno di Haendel per il Festival di Pasqua a S.S.Apostoli ( registrazione DVD della Pandream).

2007

Nell’agosto 2007 mette in scena in prima esecuzione moderna Il pastor di Corinto (Napoli 1701) con la regia di Tito Schipa jr e i disegni di Luigi Stefano Cannelli  (XXIII Festival di Mezza Estate di Tagliacozzo e Bolsena per il Festival barocco di Viterbo). Nell’aprile 2008 dirige al Gonfalone la serenata drammatica Marc’Antonio e Cleopatra di Johann Adolph Hasse ( interpreti Angelo Manzotti e Alla Gof) con grande consenso di critica e di pubblico.

La cantata viene riproposta con successo anche ai Segni barocchi di Foligno nel settembre 2008 ( Chiesa di Montefalco) ed all’Università di Tor Vergata.

2006

Per il 2006-07 il gruppo è invitato in Romania (progetto Leonardo Leo) Si esibisce a Bari (Auditorio della Vallisa) per la LXIII stagione concertistica della Fondazione Piccinni.

2005

Nell’anno 2005 tiene concerti nell’Oratorio della S. Croce per l’Associazione Felice Romani a Moneglia, a Lucca dove inaugura la Stagione di Pentecoste ed a Torino (Cappella dei Mercanti). E’ protagonista della prima esecuzione moderna della festa teatrale Decebalo (Napoli 1743) di Leonardo Leo al XXI  Festival di mezza estate 2005 ( la esecuzione viene registrata dalla Ditta Bongiovanni di Bologna) e riscuote interesse e consenso di stampa (Amadeus, Giornale della musica, L’Opera, Il Messaggero, Corriere della sera, Il Mattino, L’Avvenire, Il Tempo, Repubblica, Il Centro, L’Unità, TG tre, Radiotre). Accompagna la pièce teatrale Nottuno d’Arcadia dedicata alla poetessa settecentesca Petronilla Paolini Massimi eseguendo cantate inedite di Carlo Agostino Badia.

Nel dicembre 2005 tiene un concerto al Conservatorio di Astrakhan (Russia).

2004

Nel 2004 è invitato dall’ Ambasciata Italiana in Cina a tenere concerti a Pechino, Pyong Yang (Corea del nord) e Ulaan Baator (Mongolia) . Partecipa con l’Orchestra ICO Tito Schipa di Lecce al concerto conclusivo del Festival Atlante Neobarocco ed alla rassegna Concerti sulla laguna organizzati a Venezia.

2003

Nel 2003 è impegnato a Pistoia e  per la stagione del Gonfalone in prime esecuzioni moderne di cantate, duetti e lamentazioni dell’architetto seicentesco romano Carlo Rainaldi in collaborazione con l’Ordine degli Architetti di Roma e Provincia e la Sovrintendenza alle Belle Arti di Roma.

2002

Nel 2002 il RBE ha tenuto una tournée in Sicilia (Messina, Modica, Ragusa) e concerti a Roma (S. Croce in Gerusalemme), Pisa, Asti ed ha in programma l’incisione di un CD per la Tactus con inedite cantate romane del Seicento e con la Terzo Millennio per musiche strumentali di Valentini.

2001

Nel 2001 è invitato al tenere concerti a Modena con programma di musicisti citati come esempio  da Verdi,  a Brezzo di Bedero (4 agosto), ma ripropone la Giuditta scarlattiana anche al Festival barocco di Viterbo (9 settembre) e all’Oratorio del Gonfalone per la omonima stagione (29 novembre) .

2000

Nel febbraio 2000 per i Concerti del Giubileo esegue nella patriarcale basilica di San Paolo dinanzi a oltre duemila persone La Rappresentazione di Anima e di Corpo (Roma 1600) di Emilio de’ Cavalieri con Cecilia Gasdia e Furio Zanasi nel quarto centenario dell’opera. L’esecuzione è ripresa dalla televisione e registrata per l’America  in DVD. Nell’estate propone in versione integrale l’oratorio a tre voci La Giuditta di Alessandro Scarlatti (versione di Cambridge) alle Terme di Giunone (Caldiero) e a Garda  per I Concerti del Giubileo promossi dalla Provincia di Verona.

1999

Nel 1999 partecipa al Teatro Marrucino di Chieti allo spettacolo  ” Il bel danzar che con virtù s’acquista”- Danze e balletti a corte” , si esibisce a Palazzo Barberini per la rassegna “Concerti e Palazzi” e in rappresentanza dell’ Italia partecipa al XVII Festival Internazionale dell’arte e dell’amicizia di PyongYang (Corea del Nord) ottenendo il Primo Premio (medaglia d’oro) per la sezione musica strumentale. Partecipa nella piazza principale di Bomarzo al saggio-spettacolo degli allievi del corso sulla vocalità barocca italiana tenuto da Lorenzo Tozzi per il  III Corso di Perfezionamento lirico di Viterbo. Il 30 ottobre suona per la Filarmonica di Minsk (Bielorussia) su invito dell’Ambasciata italiana con grande successo di critica e pubblico.

1998

Nel 1998 suona ad Albano laziale per il Festival della Rotonda, a Formia ed a S. Giacomo al Corso a Roma per la rassegna” La Grande Musica in Chiesa”.

1997

Nel 1997 il Romabarocca Ensemble è invitato a suonare in Campidoglio in occasione della sfilata di Gai Mattiolo. Inaugura il Festival delle Ville Tuscolane (Frascati, Villa Mondragone), la XXV Stagione dei concerti di S. Margherita Ligure (Villa Durazzo), ed è presente a Salerno, Sorrento, Tagliacozzo e Teramo. E’ invitato a suonare a S. Carlo ai Catinari a Roma con un programma natalizio per la Rivista delle Nazioni. Al Festival Castel dei Mondi di Andria ed alla inaugurazione del Festival Barocco di Viterbo presenta La Foresta incantata di Francesco Geminiani (coreografia Aurelio Gatti).

1996

Nel 1996 presenta in prima esecuzione moderna integrale l’Eumelio (Roma 1606) di Agostino Agazzari alla 53a Settimana Musicale Senese dell’Accademia Musicale Chigiana. Al XII Festival Internazionale di Mezza Estate presenta l’intermezzo comico L’Avaro (Venezia 1720) di Francesco Gasparini (regia di Vera Bertinetti). Tutte le esecuzioni hanno riscosso unanimi consensi di critica e di pubblico: L’Eumelio è stato registrato integralmente e radiotrasmesso da Radiotre ed il gruppo è stato ospite più volte di rubriche musicali radiofoniche (ad esempio la rubrica I grandi interpreti)-

1995

Nel 1995 tiene un concerto di musiche rare del barocco italiano al Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno. Partecipa al Gala per Serajevo al Teatro Nazionale di Roma ed è ospite per Videosapere della rubrica Maestrissimo su Raiuno.

1994

Nel 1994 il Romabarocca Ensemble debutta presentando in prima esecuzione moderna al X Festival Internazionale di Mezza Estate la Diana schernita (Roma 1629) di Giacinto Cornacchioli con la regia di Vera Bertinetti.