Musicologo, continuista e direttore d’orchestra, Storico e  Critico musicale e di  danza, organizzatore teatrale, art director, consulente e operatore culturale.

 

Ha studiato Pianoforte con U. De Margheriti, Composizione, Musica corale e direzione di coro con F. Razzi al Conservatorio “Casella” dell’ Aquila, diplomandosi tra il 1969 ed il 1974.  Ha inoltre frequentato il corso di Direzione d’orchestra di Franco Ferrara al Conservatorio S. Cecilia di Roma e la Scuola di Paleografia musicale  di Cremona. Ha seguito seminari di prassi musicale barocca con A. Curtis (Fondazione Cini di Venezia) e J. Christensen (P.I.M.S.), sul basso continuo con F. Del Sordo (PIMS) e C. Panone.

Laureato in Lettere moderne (1970) con una tesi sul teatro musicale italiano del Settecento, dal 1971 si dedica all’insegnamento nei Conservatori di musica, alla ricerca musicologia, alla critica, alla riscoperta di opere ed autori italiani, in definitiva alla valorizzazione del genio musicale italiano.

ATTIVITA’ DIDATTICA

Dal 1971 al 2011 è ininterrottamente  docente di Storia ed Estetica musicale e di Musicologia in Conservatorio (Cosenza, Campobasso e dal 1977 al prestigioso S. Cecilia di Roma). Dal 1989  al 1993 ha insegnato anche Storia della Danza presso la Scuola speciale di Musicologia e Pedagogia musicale di Fermo (Università di Macerata) ed  inoltre  Storia della Musica per danza, Storia e storiografia della musica moderna e  Metodologia della Critica musicale alla Scuola Sperimentale di Composizione e al Triennio di Musicologia del Conservatorio S. Cecilia, Storia ed Analisi del Repertorio per i Bienni di pianoforte e canto. Ha tenuto lezioni di Storia della danza e Storia della musica per i corsi regionali per danzatori della regione Lazio,  Calabria e all’ Aterballetto di Reggio Emilia. Nel 1977 insegna Storia della musica all’ Accademia Nazionale di Danza. Dal 1988 al 1990 ha insegnato Teoria ed Analisi della Danza alla Scuola di Ballo del Teatro dell’Opera di Roma. Dal 2002 al 2006 gli è assegnata la cattedra di  Storia della danza e del mimo all’ Università di Lecce (Facoltà di Beni culturali).

Ha più volte preso parte a giurie di numerosi concorsi musicali e di danza (Premio B. Angelico, Infiorata di Genzano, A. Rendano, D. Cimarosa, F, Albanese di Torre del Greco, Concorso pianistico di Udine, di Velletri, di Vibo Valenzia, Città di Sulmona, F. Rossomandi di Bovino – Foggia, chitarristico di Cagliari “E. Porrino”, Cori polifonici di Anguillara, Fisarmonica digitale).

ATTIVITA’ GIORNALISTICA

Dal 1978 ad oggi è ininterrottamente critico musicale e di danza del quotidiano IL TEMPO di  Roma, ha collaborato però anche con numerose riviste (Radiocorriere TV, Il Mondo della Musica, Stereoplay, Il Banchetto musicale, Fedeltà del suono, Nuova Rivista Musicale Italiana, Lyrica, Musica-Dossier, Orfeo, CD Classics, Musicalia, Suonare, Danza e Danza, Ballando, Musica, Il Carabiniere). Ha collaborato con il GR3 Cultura in voce, con note critiche firmate e con rubriche culturali e musicali di Radiotre (Il Concerto del mattino, Disco Club) ed è stato più volte ospite spesso per le sue riscoperte musicali (I grandi interpreti) ma anche di Applausi (Lirica) di G. Marzullo e Sette note su Raiuno. Ha firmato servizi e resoconti giornalistici sulla vita musicale e ballettistica nel mondo: Finlandia, Norvegia, Svezia, Russia, Bielorussia, Ucraina, Ungheria, Repubblica Ceca, Repubblica Slovacca, Polonia, Belgio, Francia, Svizzera, Spagna, Olanda, Irlanda del Nord, Messico, Cuba, Stati Uniti, Brasile, Argentina, Cile, Egitto, Turchia, Cina, Corea del nord.

DIREZIONI   E CONSULENZE  ARTISTICHE  

  • Fondazione e direzione artistica del Festival Internazionale di Mezza Estate (Tagliacozzo) dalla nascita (1984) sino al 2007, rassegna estiva di musica, danza, lirica, prosa, lanciata a dimensione internazionale (fa parte di ItaliaFestival dell’Agis).
  • Direzione artistica Accademia Barocca di Roma fondata nel 1966 (dal 1991 al 1994), che organizza  il Festival Barocco di Roma ed il Concorso internazionale di esecuzione barocca “G. B. Pergolesi”. Poi presidenza onoraria.
  • Settembre in musica (stagione lirica e di balletto) e Concorso “Giovani Voci  liriche Città di Roma” dal 1992 al 1996 al Teatro Manzoni e al Teatro Nazionale.
  • Ha fatto parte del Consiglio direttivo del C.N.I.D. (Consiglio Nazionale Italiano  della Danza)
  • Direzione della Sezione Danza del Festival “Roma 96″ che ospita il Balletto del Teatro Bolscioi di Mosca.
  • Nel 1998 il maestro G. Menotti  lo invita a collaborare con il Festival dei Due Mondi di Spoleto per una vetrina sulla Giovane Danza Italiana  .
  • E’ nominato presidente onorario degli stages di danza barocca e contemporanea  promossi dal  Teatro Marrucino di Chieti (1999)
  • Dal 1994 fonda e tuttora dirige il Romabarocca Ensemble che porta al successo anche fuori d’Italia e diventa lo sbocco delle sue riscoperte musicologiche.
  • Dal 2005  per la Fondazione Arco Accademia è direttore artistico le rassegne Viaggio d’inverno (nella Marsica) e Viaggio intorno al mondo ( a Roma), poi dal 2009 al 2012 della rassegna Tivoli Musica, infine dal 2013 della rassegna Museicalmente che si svolge annualmente a Roma nei Musei: Napoleonico, Galleria di Arte Moderna, Museo di Roma in Trastevere, Palazzo Braschi.
  • Dal 2012 Presidente e Direttore artistico dell’Associazione culturale RomaBarocca.
  • 2014 Direttore artistico di Music Weeck “La magia del S. Cecilia” a Euroma2

ATTIVITA’ SCIENTIFICA E  MUSICOLOGICA

Ha curato l’ edizione critica di numerose opere del Sei e Settecento italiano per importanti editori italiani e stranieri.

  • L’ Italiana in Londra (1778)              di  Cimarosa      Ed. Ricordi
  • Il mondo della luna (1765)                  di  Piccinni       Ed. Ricordi
  • Le Donne vendicate (1767)                 di  Piccinni       Ed. Bongiovanni
  • Le due Contesse (1776)                       di  Paisiello       Ed. Ricordi(opere comiche di scuola napoletana nate al Teatro Valle di Roma)
  • Lodoiska  (Parigi, 1791)               di Cherubini   Ed. Ricordi
  • Edipo Coloneo (musiche di scena)     di Rossini   Fond. Rossini- Ricordi
  • Il Pianto d’Armonia sulla morte d’Orfeo (Bologna 1808) di Rossini  Ed.     Schott-
  • L’Isola dei pazzi (Parigi, 1760) di Duni Cantiere di Montepulciano
  • La Rappresentazione di Anima e di Corpo (Roma 1600) di Cavalieri
  • Eumelio (Roma, 1606)                           di Agazzari
  • Diana  schernita (Roma, 1629)       di Cornacchioli
  • Il Pastor di Corinto (Napoli, 1701) di A. Scarlatti
  • L’Avaro o Il Vecchio Avaro (Firenze, 1720) di Gasparini
  • Julie ou le pot de fleurs (Sinfonia)di  Spontini  Ed.Boccaccini e Spada
  • Lo Sposo di tre e marito di nessuna (Sinfonia) di Cherubini Ed. Suvini Zerboni
  • Didone abbandonata  o sia La partenza d’Enea (Venezia, 1773)  di              Angiolini (balletto)
  • Sinfonie e Concerti                           di Gasparini
  • Bizzarria I e V, Sinfonia XII, Fantasia XII   di G. Valentini
  • Symphonia a quattro                        di G.Allegri
  • Decebalo                 (Napoli 1743)  di L. Leo
  • Il Pastor di Corinto (Napoli 1701)   di A. Scarlatti
  • La Sfera armoniosa (Roma 1622)     di P. Quagliati

Opere eseguite in prima ripresa moderna al Rossini Opera Festival di Pesaro, al Festival di Ravenna, al Teatro Piccinni di Bari, al Teatro Rendano di Cosenza, al Festival della Valle d’Itria di Martina Franca, al Festival barocco di Viterbo, ai Festival di Fermo, Tagliacozzo, al Cantiere di Montepulciano, alle Settimane Musicali Senesi.

Nel 1991 la sua edizione della Lodoiska di Cherubini va in scena al Teatro alla Scala di Milano sotto la direzione musicale di R. Muti e con la regia di L. Ronconi (la Sony la incide in cd con la sua presentazione). Per questa riesumazione e più in generale per il contributo dato alla riscoperta della musica italiana del passato ha ricevuto per iscritto i complimenti dal maestro Muti.

Tra il 1990 ed il 1991 la sua revisione del balletto Didone abbandonata di Gasparo Angiolini (Venezia, 1773) è stata messa in scena dal Ballet Nacional de Cuba con coreografia di Alicia Alonso alla Zarzuela di Madrid, al Liceu di Barcellona, al Bolscioi di Mosca, al Festival dell’ Avana, al Festival di Edimburgo. E’ riproposta in Spagna anche nel 2002 e al S. Carlo di Napoli nel 2011.

ATTIVITA’ ARTISTICA IN ITALIA (direttore e/o continuista)

Nel 1994 ha fondato il “Romabarocca Ensemble” per la riscoperta di musiche barocche romane e centro-meridionali. L’ensemble debutta nel 1994 con la prima esecuzione moderna della Diana schernita, “favola boscareccia” di  Cornacchioli (Roma, 1629) al X Festival Internazionale di Mezza Estate sotto la sua direzione musicale al cembalo (prima opera comica).

Nel 1996 alla guida del Romabarocca Ensemble e de I Polifonici Senesi dirige al cembalo in una sua elaborazione strumentale la prima esecuzione integrale moderna dell’ Eumelio di Agazzari (Roma, 1606) alla 53a Settimana Musicale Senese organizzata dall’Accademia Musicale Chigiana con grande consenso di critica e di pubblico. L’

esecuzione è registrata dalla Rai e trasmessa integralmente in differita su Radiotre.

Sovrintende musicalmente alla prima rappresentazione scenica della Diana schernita di  Cornacchioli (Teatro Ventidio Basso di Ascoli Piceno, 1995). Il Comune di Ascoli ed il Teatro gli consegnano una targa commemorativa in ricordo dell’avvenimento.

Ha inoltre diretto L’Avaro (1720), intermezzi per musica di Francesco Gasparini al XII Festival di Mezza Estate 1996 (su sua revisione musicale).

Si esibisce alla guida del suo ensemble musicale in concerti ad Ascoli Piceno (Florilegio di musiche italiane), Roma (Gala di Beneficenza al Teatro Nazionale per Sarajevo, Chiesa di S. Carlo ai Catinari per La Grande Musica in Chiesa con un programma natalizio), all’Estate musicale Sorrentina, all’Officina musicale dell’ Altopiano delle Rocche , alla stagione di S. Margherita Ligure  (Villa Durazzo), al Festival delle Ville Tuscolane, Teramo (Campli), Albano, Formia, Concerto natalizio a S. Giacomo al Corso per La Rivista delle Nazioni (1998).

Con il Romabarocca è ospite della rubrica televisiva Maestrissimo di Videosapere su Raiuno.

Nel 1997 partecipa con il suo Ensemble alla realizzazione dello spettacolo di teatro-danza La foresta incantata di Geminiani, coreografia di A. Gatti, presentata alla inaugurazione del Festival dei Mondi di Andria e alla inaugurazione del  Festival Barocco di Viterbo. Nel 1998 la propone anche a Cagliari e al Teatro Bellini di Napoli.

Con Bruno Re e Giovanna Manci suona anche a  San Demetrio dei Vestini 1999; dirige “Il bel danzar che con virtù s’acquista” Danze e balletti a corte , concerto-spettacolo per il laboratorio di Danze rinascimentali e barocche al Teatro Marrucino di Chieti. Per la rassegna Concerti e Palazzi tiene un concerto a Palazzo Barberini col suo Ensemble in un programma seicentesco. Nel luglio 1999 tiene una masterclass sulla vocalità italiana barocca a Viterbo dirigendo il saggio-spettacolo finale “ Tu che hai le penne amore” Festa barocca del Principe Orsini  a Bomarzo.  Il 27 febbraio 2000 nella basilica di San Paolo per la stagione dei Concerti del Giubileo per il quarto centenario dell’opera dirige dinanzi a duemila persone La Rappresentazione di Anima e di Corpo (Roma 1600) di Emilio De’ Cavalieri con C. Gasdia e F. Zanasi. L’esecuzione viene registrata dalla televisione e riproposta in DVD.

 

Nello stesso anno è invitato a Garda e alle Terme di Giunone di Caldiero  per i Concerti del Giubileo promossi dalla Provincia di Verona per  l’esecuzione integrale dell’ oratorio “La Giuditta” di A. Scarlatti col Romabarocca Ensemble. Partecipa col Romabarocca a  concerti a Modena, Brezzo di Bedero (Luino), al Festival barocco di Viterbo (9 settembre), all’ Oratorio del Gonfalone per la stagione omonima . Nel 2002 col suo gruppo ha suonato tra l’altro a Messina, Modica, Ragusa, Pisa, Cosenza e Roma (S. Croce in Gerusalemme). Dal 2003 è anche impegnato in un progetto di inedite Cantate dell’architetto romano seicentesco Carlo Rainaldi  col patrocinio della Sovrintendenza alle Belle Arti di Roma e dell’Ordine degli architetti di Roma e Provincia  Il progetto Rainaldi è presentato dagli Ordini degli architetti a S. Maria in Campitelli: parlano anche il prof. Claudio Strinati, sovrintendente al Polo museale di Roma, e il prof Paolo Portoghesi. Seguono concerti a Pistoia, Reggio Emilia e ancora all’ Oratorio del Gonfalone.

Per il 2003  realizza con allievi del conservatorio di S. Cecilia sia L’Avaro di Gasparini con la regia di U. Gregoretti nel castello di Sarre, a Reggio Emilia e Civitavecchia, che la realizzazione in forma di concerto di un intermezzo di Rousseau (Le Devin du village)

Nel 2004 tiene concerti ad Atri,   Ischia, Grottaferrata, Rocca di mezzo, Venezia. A Lecce (Palazzo dei Celestini) dirige con successo il concerto finale del Festival Atlante neobarocco con l’Orchestra ICO Tito Schipa.

Nel marzo 2005 partecipa al Reality Show televisivo (RAIDUE) “Ritorno al presente” come maestro di cembalo della marchesa ( Marina Suma) in una scenografia ispirata alla Venezia del Settecento. Concerti a Moneglia (Genova), Lucca, Roma (S. Agnese in Agone) ed anche al Conservatorio di Astrakan (Russia)

Il 16 giugno 2006 tiene  un concerto a Castel S. Angelo per la inaugurazione della mostra “Roma barocca” curata da Paolo Portoghesi e Maurizio Fagiolo. E’ di nuovo presente per la terza volta al Festival barocco di Viterbo con musica barocca per tromba.

Nell’estate 2007 dirige in prima esecuzione moderna Il Pastor di Corinto di A. Scarlatti ( regia di Tito Schipa jr) registrato in DVD dalla Bongiovanni, primo esempio di opera barocca in fumetto. Nel 2008 dirige al Gonfalone la  rara serenata di Hasse Marc’Antono e Cleopatra (1725) con grande consenso di critica e pubblico (solisti Alla Gof e il controtenore Angelo Manzotti). Per il concerto di chiusura della stagione dell’ Università Cattolica dirige la Camerata Italica nella Serva padrona di Pergolesi (regia di Cesare Scarton).

Per la Festa della musica 2008 tiene all’Accademia di San Luca con il patrocinio dell’Accademia Filarmonica Romana un concerto di musiche di Rainaldi segnalato da tutta la stampa nazionale. Per la medesima  prestigiosa Accademia in ottobre presenta Concerto per Galatea con musiche di Haendel e Porpora. Dirige la cantata di Hasse Antonio e Cleopatra anche al Festival Segni barocchi di Foligno (Montefalco) e per la stagione dell’Università di Tor Vergata. Per il Festival di Pasqua 2009 dirige a SS Apostoli Il Trionfo del Tempo e del Disinganno di Haendel (registrazione DVD della Pandream). Per il Natale di Roma 2009 suona a Castel S. Angelo per le manifestazioni del Campidoglio in un programma dedicato al Tevere. Nel 2010 suona a Palazzo Reale di Napoli (Biblioteca centrale) e nel 2011 a Udine per la mostra su Domenico Tiepolo. Per l’Accademia di S. Luca esegue in prima moderna nel 2013 La Sfera armoniosa del chioggiotto Paolo Quagliati scritta per il matrimonio (Roma 1622) di Niccolò Ludovisi, nipote di Gregorio XV, e Isabella Gesualdo, nipote ed ultima erede di Carlo Gesualdo di Venosa. La Sfera viene ripresa a Chioggia alla fine di un convegno di studi su Quagliati e registrata dalla Bongiovanni. 2014: Concerti a Termoli e a Palazzo Braschi ( musica strumentale romana). In occasione del ventennale (gennaio 2015) al Romabarocca Ensemble è conferita una medaglia di rappresentanza dal Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano.

Nel 2015 La Sfera armoniosa è replicata all’oratorio del Gonfalone e per un concerto evento nel Casino dell’Aurora dei Buoncompagni-Ludovisi affrescato da Guercino e Caravaggio.

Nel 2016 per il terzo centenario della morte della regina Maria Casimira di Polonia esegue per l’Accademia dell’Arcadia, al salone monumentale della Biblioteca Angelica, l’opera di Domenico Scarlatti “Amor d’un Ombra e gelosia d’un’Aura” (Eco e Narciso) con il patrocinio dell’Ambasciata di Polonia in Italia e del Castello Museo di Wilanow.

DISCOGRAFIA

  • Emilio de’ Cavalieri: Rappresentazione di Anima e di Corpo  DVD (Pandream)
  • Carlo Rainaldi: Cantate I   e II                       2 CD TACTUS
  • Leonardo Leo: Decebalo                                      CD BONGIOVANNI
  • Agostino Agazzari : Eumelio                            (registrazione Radiotre) 1997
  • Alessandro Scarlatti: Il pastor di Corinto             DVD  BONGIOVANNI
  •  Haendel: Il Trionfo del Tempo e del Disinganno  DVD De Agostini
  • La Sfera armoniosa di P.Quagliati                            CD Bongiovanni

In programmazione:

  • Aria con la compagnia NOGRAVITY Dance Company di Emiliano Pellisari
  • F.Caccini: La liberazione di Ruggiero dall’isola di Alcina (Firenze 1625) CD Bongiovanni 2016

 

ATTIVITA’ ARTISTICA ALL’ESTERO

FRANCIA: Nel 1998   con  I Febi armonici si esibisce al  Festival Barocco di Callas e a La Vallette (Tolone)

NORD COREA:  Nell’ aprile 1999 col Romabarocca Ensemble   partecipa al Concorso internazionale di musica di PyongYang  in rappresentanza dell’ Italia ottenendo il Primo Premio (medaglia d’oro).

Nell’ aprile 2000 e 2001 è invitato di nuovo a Pyong-Yang (Corea del Nord) come capo delegazione degli artisti  italiani per il Festival dell’ Amicizia.  Gli è conferito in quest’occasione un Premio speciale come ambasciatore della cultura Italiana in Corea.

BIELORUSSIA: Nell’ottobre 1999 è invitato dall’Ambasciata Italiana in Bielorussia a tenere un concerto col Romabarocca Ensemble  alla Filarmonica di Minsk, riscuotendo unanimi consensi di pubblico e critica. Tiene anche una conferenza-concerto all’Accademia Statale di musica di Minsk ed una conferenza stampa all’Ambasciata d’Italia. Nell’ottobre 2010 tiene  una masterclass di canto barocco all’Accademia di musica di Minsk sotto il patrocinio dell’Istituto Italiano di cultura.

SPAGNA – Nel 2001 tiene una masterclass di una settimana al Conservatorio superiore di Musica di Valencia sulla prassi esecutiva barocca

CINA – MONGOLIA- NORD COREA  (tournée)- Nel giugno 2004 è invitato con il suo Romabarocca Ensemble per concerti dall’Ambasciata italiana in Cina per concerti all’Istituto Italiano di cultura di Pechino, all’Opera di Ulaan Baator (Mongolia) e di nuovo a Pyong Yang  (Corea del Nord)  .

ROMANIA – Nell’aprile 2005 tiene una masterclass di canto barocco all’ Università della Musica G. Enescu di Bucarest per il Dipartimento di ricerca scientifica e attività artistica.

Nel giugno 2005 dirige in anteprima  al Teatro Ateneul in prima ripresa moderna la festa teatrale Decebalo (Napoli 1743) di Leo con studenti dell’ Università di musica di Bucarest ed elementi del Collegio Stravagante. In ottobre 2006 dirige il Decebalo di Leo in veste scenica al Teatro dell’ Opera Nazionale di Bucarest.

RUSSIA. (2005) tiene un concerto con il Romabarocca Ensemble nella Sala grande del Conservatorio di Astrakhan

ZAMBIA. Tra l’11 e il 14 settembre 2008 tiene lezioni-concerto all’ Universita Honey e concerti a Lusaka e Livingstone per l’ Ambasciata d’ Italia .

SIRIA (2008) tiene un concerto con il Romabarocca alla Chiesa greco-cattolica di Damasco su invito dell’Istituto Italiano di Cultura.

FINLANDIA (2010) Concerto al Festival di Turku

REPUBBLICA DI SAN MARINO (2013): Prima esecuzione moderna de La Sfera armoniosa di Paolo Quagliati

REGIE  LIRICHE

1996: Il Trovatore di Verdi al Teatro Nazionale di Roma per Settembre in musica.

2000: Così fan tutte di Mozart per la stagione del Teatro Petruzzelli al Teatro Piccinni di Bari con lusinghieri giudizi di critica :“ Il cast artistico abilmente guidato sulla scena da Lorenzo Tozzi …La regia di Tozzi è stata eccezionale nel ricostruire scenicamente il tutto con esiti di grande effetto”.(Nicola Sbisà, La gazzetta del mezzogiorno, 8 giugno 2000). “La regia era invece firmata da Lorenzo Tozzi, di teatralità convincente, evitando con cura eventuali leziosismi nei ruoli femminili ed ogni tentazione farsesca in quelli maschili, senza per questo cadere in una inopportuna seriosità. In particolare va sottolineata l’efficacia con cui è riuscito a far realizzare agli interpreti i recitativi (fra l’altro condotti con estrema chiarezza di dizione)” N. Sbisà (L’Opera, luglio-agosto 2000).

CONFERENZE  E  SAGGI

Ha tenuto conferenze all’Accademia Nazionale di S. Cecilia, all’Università di Siena e di Roma (Rettorato e Teatro Ateneo), all’Istituto Nazionale di Studi Romani, al D.A.M.S. ed alla Società di danza di Bologna, al Teatro Municipale “R. Valli” di Reggio Emilia, al Teatro dell’Opera di Roma, all’ Istituzione Sinfonica Abruzzese, all’Istituto Nazionale Tostiano di Ortona, alla Società degli Amici di Castel Sant’Angelo, al Centro A. Piazzolla di Pesaro, alla Casa Argentina di Roma, all’Istituto Accademico di Roma. al Conservatorio R. Korsakov di Pietroburgo, all’Accademia Statale  di Musica di Minsk (1999), al Gran Teatro Garcia Lorca dell’Avana, al Centro Studi spontiniani di Majolati Spontini, al Festival di danza Cecilia Kerche di Osvaldo Cruz (Sao Paulo do Brasil).

Ha pubblicato numerosi saggi sul teatro musicale italiano settecentesco (melodramma e balletto) per Olschki, UTET, Ed. Di Giacomo, Bollettino di Studi della Fondazione Rossini di Pesaro inizialmente per l’età tra Gluck e Rossini (Sacchini, Angiolini, Rossini, Gluck, Spontini, Cherubini ecc:)

Ha pubblicato tra l’altro “Gaspare Angiolini- Il Balletto pantomimo del Settecento” (L’Aquila, 1972), Bolero- Storia di un’ossessione (Roma, 1981), ha curato il capitolo sul Settecento nel volume UTET dedicato al Balletto in Italia per Musica in scena (vol.V- ”L’arte della danza e del balletto”).

Ha scritto programmi di sala per i più importanti Enti lirici e per le più importanti istituzioni musicali italiane (Scala, S. Carlo, Teatro La Fenice, Teatro Comunale di Firenze, Teatro dell’Opera di Roma, Settimane Musicali Senesi, Festival dei Due Mondi di Spoleto, Teatro Rendano di Cosenza, Lirico di Cagliari, Stagioni sinfoniche della Rai Radiotelevisione italiana ecc)

Ha scritto il capitolo su I musicisti del ballo alla Scala per il catalogo del Teatro alla Scala.

Ha tenuto corsi di perfezionamento per l’Orchestra regionale molisana e per i Corsi CEE di danza a Reggio Emilia (Teatro R. Valli). Collabora con note Enciclopedie per voci musicali ( Treccani per il Nuovo Dizionario Enciclopedico Italiano e per l’aggiornamento, Curcio,  Longanesi, Garzanti, Fabbri). Ha presieduto un Convegno di studi sulla prassi barocca al Teatro Acquario (1992) per l’Opera di Roma. Tiene più volte conferenze alla Settimana Internazionale della Danza di Rieti e partecipa al convegno di studi su Laban a Perugia per la Settimana della danza 1998 con una relazione sul tema “ Laban e l’Italia “. Per Mediascena al Palazzo delle Esposizioni di Roma tiene una relazione sul tema della Giovane Danza Italiana (1998).

Per la Fondazione Ciaikovski di Mosca tiene una conferenza sui Musicisti italiani in Russia nel Settecento (1998). Al CNR di Roma presenta il volume Excelsior di Flavia Pappacena (1999). All’Istituto Le Muse di Nettuno tiene una lezione sul Quattrocento in musica (1999). Al Teatro Ateneo della Sapienza di Roma parla del rapporto musica-danza (2000). Per l’Istituto Universitario Europeo in collaborazione con La Sapienza tiene una relazione nella Sala Accademica del Conservatorio di S. Cecilia sul tema “ La musica tra regionalizzazione e globalizzazione e Global- no global: quale futuro per la musica” (2000). A Mazatlan (Messico) tiene una conferenza sulla Danza italiana. Nell’ottobre 2002 è chiamato a tenere sei conferenze in Norvegia per la Società Dante Alighieri sulla storia della danza italiana (Oslo, Bergen, Trondheim, Stavangen, Fredrickstadt e Kristiansand).

Per il Convegno “Muzio Clementi un musicista…quasi dimenticato” al Conservatorio di S. Cecilia tiene la relazione “L’altro Clementi” insieme a G. Carli Ballola e P. Spada.

Sotto il patrocinio dell’Ordine degli architetti di Roma e Provincia a S. Maria in Campitelli insieme al Sovrintendente alle Belle Arti di Roma C. Strinati ed a P. Portoghesi illustra la figura di Carlo Rainaldi, architetto e musicista della Roma seicentesca.

Nel 2004 col patrocinio dell’ ETI pubblica con l’editore Gremese “Tempo di danza” (1978-2003), una antologia di suoi articoli sulla danza in Italia negli ultimi 25 anni.

Nel maggio 2003 e’ coordinatore del convegno “ Festival: incontro tra arte, cultura, turismo” indetto dall’Agis Italiafestival e dal Teatro Festival Parma.

Pubblica il saggio sull’ Excelsior di Manzotti per il Convegno sull’Identità nazionale all’Università di Lecce e un saggio sulla Moresca finale dell’ Orfeo monteverdiano per il volume celebrativo in onore dei settant’ anni di Sergio Martinotti.

Per il progetto Erasmus nel 2009 è chiamato a tenere una masterclass al Conservatorio di Parigi sulla Nascita del melodramma ed il belcanto nel barocco italiano. Nel 2010 collabora a S. Cecilia con Sophie Boulin ad una masterclass sulla Medée di Charpentier (conferenza e concerto).

Nel 2011 tiene conferenze su Musica e Risorgimento all’Istituto Italiano di Cultura di Pechino, all’Università e al Conservatorio di Canton per iniziativa del Consolato d’Italia in concomitanza con il cento-cinquantenario dell’Unità d’Italia.

Nel 2013 tiene a San Marino con Marinella Pennicchi una masterclass di interpretazione barocca.

ESPERIENZA  AMMINISTRATIVA

  • E’ stato Consigliere  di  amministrazione  (di nomina comunale)  dell’ Accademia Nazionale di Santa Cecilia  (1991-1995):
  • Nel gennaio 1997 è chiamato da Walter  Veltroni   a far parte della prima Commissione consultiva della Danza del Dipartimento dello Spettacolo presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri. L’incarico gli viene rinnovato per un Biennio (sino al 2001) dal nuovo Ministro dei Beni  Culturali  Giovanna Melandri.
  • Nel settembre dello stesso anno partecipa come unico esperto italiano ad un Seminario di studi sulla” Musica in Europa”, organizzato in Lussemburgo dalla Presidenza dell’ Unione Europea.
  • Nel settembre 2000 è designato dalla U. E. quale membro della commissione ristretta di esperti (15) per il progetto Cultura 2000- Action 2 di Bruxelles
  • Dal 2004 al 2007 è eletto a far parte del primo Consiglio Accademico del Conservatorio di S. Cecilia. Rieletto nel 2010.

Viene nominato membro della apposita Commissione interministeriale incaricata di districare la “vexata quaestio” del fondo accademico nella biblioteca governativa del Conservatorio di S. Cecilia.

PREMI E  RICONOSCIMENTI

Premio Positano al valore per la Danza (1979) “ per l’ottimo lavoro di critico presso il quotidiano  Il Tempo di Roma come per il crescente interesse dimostrato negli studi coreologici.”, Premio Orsa  Maggiore (1979), Cimento d’oro (1980), Trofeo C. Monteverdi (1980), Centro Letterario del Lazio (1981), DanzaSi (1995),  Premio Fiuggi per la Musica (1996) , Premio “Napoli è … Danza” (1999) , Primo Premio (medaglia d’oro) al XVII Festival dell’Arte e dell’Amicizia di Pyong Yang (1999), Premio speciale come ambasciatore della cultura italiana all’estero al XVIII Festival dell’ Arte e dell’Amicizia di Pyong-Yang (2000).   Nel 2007 riceve il XXVIII Premio Fontane di Roma per “ il forte contributo professionale, creativo e culturale per la promozione della Musica, dei valori delle Arti dello Spettacolo e in particolare per l’intensa partecipazione e per la divulgazione degli Eventi della Cultura nel mondo”.  Riceve nel 2007 anche il Premio “Oltre l’Orizzonte” ad opera dell’ Associazione ex allievi del Conservatorio S. Pietro a Majella di Napoli “per aver aiutato con l’impegno professionale a dare all’arte e alla cultura il valore oltre il contingente”.

Dal  Presidente  Scalfaro  nel 1995 gli  è  conferita l’onorificenza  di  Cavaliere  al  merito  della  Repubblica Italiana per il suo contributo alla cultura del nostro Paese.

ATTIVITA’  LETTERARIA

Poesie pubblicate per l’editore Poeti e Poesia su Il Parnaso, I poeti contemporanei e la monografia Fogli sparsi – Note poetiche per voce sola che comprende anche il monodramma Notturno d’Arcadia